ECCO CHI FURONO VERAMENTE I PARTIGIANI ‘ROSSI’, I CRIMINALI CHE OSTACOLARONO LA LIBERAZIONE

Quanto vorrei che il Fascismo non fosse mai esistito!
Così non sarebbe esistita questa associazione di criminali e cialtroni comunisti, che durante la guerra causarono parecchie tragedie e commisero diversi efferati crimini, ostacolando la liberazione da parte degli alleati con i loro attentati perniciosi ed inutili.
Furono proprio questi delinquenti a causare l’eccidio delle Fosse Ardeatine, con l’attentato criminale e completamente inutile di via Rasella a Roma.
Infatti, l’orribile ed inutile attentato fu ordinato da Giorgio Amendola e compiuto da una dozzina di gappisti (tra cui Carlo Salinari, Franco Calamandrei, Rosario Bentivegna e Carla Capponi), consistette nella detonazione di un ordigno esplosivo improvvisato al passaggio di una colonna di soldati in marcia e nel successivo lancio di quattro bombe a mano artigianali sui superstiti. Causò la morte di trentatré soldati tedeschi (non si hanno informazioni certe circa eventuali decessi tra i feriti nei giorni seguenti) e di due civili italiani (tra cui il dodicenne Piero Zuccheretti), mentre altre quattro persone caddero sotto il fuoco di reazione tedesco.
Il 24 marzo, seguì la rappresaglia tedesca consumata con l’eccidio delle Fosse Ardeatine, in cui furono uccisi 335 prigionieri civili, completamente estranei all’azione gappista, tra cui dieci civili rastrellati nelle vicinanze di via Rasella immediatamente dopo i fatti.
Furono proprio questi cialtroni criminali comunisti, insieme al criminale ideatore dell’attentato Giorgio Amendola, a non consegnarsi ai tedeschi dopo l’attentato per salvare i 335 italiani dalla rappresaglia tedesca.
Infatti era risaputo, anche dagli stessi delinquenti comunisti, che durante l’occupazione nazista, vigeva la regola che per ogni tedesco ucciso sarebbero stati uccisi 10 italiani.
Oltre al danno anche la beffa, infatti ai delinquenti autori dell’attentato di via Rasella fu riconosciuta anche la medaglia d’oro al valor militare e una lauta pensione vitalizia.
Questo sono stati i delinquenti criminali Partigiani comunisti, gli stessi che combatterono il Fascismo non per un ideale democratico e di libertà, ma per consegnare l’Italia ad un altro dittatore e totalitarismo, ossia Stalin e il Comunismo!

Giorgio Amendola (l’ideatore)

Carlo Salinari

Franco Calamandrei

Rosario Bentivegna

Carla Capponi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *